Teatro

L’amore di Giuliano Baglioni per il teatro nasce in seno al Collettivo Teatro Animazione di Orvieto. Un’avventura condotta e maturata all’inizio degli anni Settanta, quando molti e di vario genere erano i gruppi musicali e teatrali. In seno al CTA, ancora attivo a Orvieto, l’artista ha frequentato corsi e seminari partecipando come attore, fino agli anni Novanta, a vari allestimenti teatrali.

All’inizio degli anni Novanta fonda, insieme ad altri appassionati, un gruppo teatrale a Castelviscardo, il “Piccolo Teatro delle Fontane”, che anima con la sua attività lo spazio comunale del Centro delle Terrecotte, restaurato per conservare memoria della nobile arte del cotto castellese e per più ampi fini culturali. Una scommessa vinta, quella di Giuliano Baglioni con il teatro in un piccolo paese, per un progetto culturale che non solo ha resistito al tempo ma che è cresciuto e si è perfezionato, grazie alla passione di un gruppo locale impegnato nell’arte scenica e, più in generale, nella cultura. Ogni anno nel confortevole spazio del Centro viene organizzata la rassegna “Non solo teatro”, una vera e propria Stagione invernale-primaverile di eventi, dove alle performance teatrali allestite dalla compagnia del Piccolo Teatro si affiancano altri appuntamenti dedicati a conversazioni e a incontri a tema, o alla presentazione di autori e di libri. Un modo per proporre pomeriggi domenicali diversi, lontano dalle tentazioni passive della TV o dal solito tran tran del bar o delle visite di famiglia, per cercare di gettare lo sguardo su orizzonti più vasti e stimolanti.

A partire dalla fondazione del “Piccolo Teatro delle Fontane” Giuliano Baglioni ha allentato nel tempo il ruolo di attore, per dedicarsi per lo più alla regia e alla scenografia. Dopo aver debuttato con l’allestimento di spettacoli dialettali, ha in seguito lavorato a drammi dedicati a figure storiche o a problemi contemporanei. Tra le opere di maggior rilievo “Madonna Antonia” (2006), “Niente più niente al mondo” (2007), “Sassi di paglia” (2008), “Giulia Farnese” (2013), “Filumena Marturano” (2014), un riadattamento della celebre commedia di Eduardo De Filippo.
Si devono a Baglioni anche lavori di teatro musicale come “Ratatoj” (2011) e “Lennon is dead” (2012).